Edizione ottobre 2015

  • I social media al servizio delle PMI

I social media al servizio delle PMI

condividete questa pagina:

La rapida e continua crescita nell’uso di internet e le comunicazioni digitali 24 ore su 24, 7 giorni su 7, hanno agito come un potente livellante per chi opera nel commercio internazionale. Ciò si traduce nella possibilità per una start-up manifatturiera a Francoforte di lavorare con un fornitore in Cina; per un’agenzia marketing di Cape Town di collaborare in tempo reale con un cliente a Londra; infine per un’azienda di servizi francese di far sviluppare il proprio software in India*.

Tuttavia, contrariamente ai loro concorrenti più grandi, le PMI raramente hanno il tempo o le risorse per investire in servizi esternalizzati per la gestione delle esigenze di una base clienti internazionale o per superare le difficoltà dovute alle differenze di fuso orario, di lingua o di cultura**. Ecco perché molte PMI trovano più efficiente servire i loro clienti attraverso i social media.

È veramente facile utilizzare i social media per attirare l’interesse su di voi e su quello che fate: ecco qualche semplice consiglio per aiutarvi a fare il grande passo. Una volta che avrete deciso di investire il tempo e le energie necessari sui social media, i risultati non si faranno attendere.

Come creare una base di follower

  • L’obiettivo ricercato è identificare il target e creare un’ampia base di follower per le vostre piattaforme social.
  • Un buon esempio, a tale proposito, è Betfair.com, una società britannica di scommesse online, che ha raggiunto tale obiettivo facendosi notare su Twitter nel 2009. I frequenti aggiornamenti su un ampio ventaglio di sport e i contenuti spiritosi e creativi le hanno permesso di raggiungere quasi 120.000 follower.
  • La creazione di questa base di follower potrebbe rendere necessari, dopo un po’ di tempo, alcuni investimenti aggiuntivi, ad esempio nella pubblicità. Non serve un grosso budget: con pochi euro al giorno potete farvi pubblicità, ad esempio, attraverso i post suggeriti, i follower consigliati e altri piattaforme come LinkedIn, Facebook e Twitter.

Ricordate che siete il nuovo arrivato

  • Dovete pensare a come creare una serie di collegamenti tra quello che succede intorno a voi, la vostra azienda e i vostri prodotti in modo da far capire ai vostri follower chi siete veramente e cosa fate.
  • Spiegate in dettaglio la vostra attività per permettere a chi è interessato ai vostri prodotti o servizi di avere sufficienti informazioni su di voi.
  • Sfruttate le comunità online esistenti come le pagine Facebook, la rete LinkedIn o gli hashtag Twitter nei mercati in cui volete posizionarvi commercialmente. Ciò vi aiuterà a farvi conoscere e a costruire una base di follower tra i clienti nei nuovi mercati.
  • Dedicate un po’ di tempo a capire come funzionano i vari social network e come attirano le diverse audience per adattare di conseguenza il vostro messaggio e i vostri obiettivi e aumentare il numero di seguaci.

Privilegiate la qualità e non la quantità

  • Cercate di sviluppare un vostro stile personale sui social media per distinguervi dagli altri***.
  • Createvi una reputazione rispetto alle vostre competenze reali cercando le persone e le tematiche che influenzano maggiormente i mercati che vi interessano.
  • Mantenete aggiornati i vostri contenuti utilizzando il tono e lo stile espressivo che i vostri clienti ricercano e apprezzano in una persona reale.
  • Utilizzate uno stile diretto e amichevole e non esitate a utilizzare un tono scherzoso dove appropriato.

Analizzate le ragioni del successo

  • Monitorate sempre i risultati della vostra interazione con i follower dei social media***.
  • Utilizzate gli applicativi gratuiti per misurare le reazioni suscitate dalla vostra azienda o dai vostri prodotti su internet. Socialmention.com, ad esempio, è una piattaforma online che offre funzioni di ricerca e analisi sui social media in tempo reale.
  • Grazie a questi strumenti potete rendervi conto velocemente di quale tattica funziona meglio.
  • Monitorate e gestite il vostro profilo aziendale su Facebook, Instagram, Pinterest e gli altri social media per poter decidere con precisione quale contenuto suscita il coinvolgimento dei vostri follower.

Infine, è evidente che i social media non sono fini a se stessi e che la misura del loro successo è data da quanto contribuiscono alla crescita del vostro business. Imparando dagli esperti, investendo consapevolmente sui social media con un servizio clienti o di vendite online e sfruttando le vostre qualità intrinseche di flessibilità e adattabilità in quanto piccola organizzazione, anche voi potrete riuscire nell’impresa e raccoglierne i frutti.

* http://bigthink.com/ideafeed/globalization-and-the-rise-of-the-mini-multinational
** Forrester Consulting, Seizing the Cross-Border Opportunity, dicembre 2014
*** The Guardian, How SMEs can make the best use of social media, 13 dicembre 2013