Settembre 2016

  • Consigli e idee per le PMI

Consigli e idee per le PMI

Condividete questa pagina:

Come sarà il futuro delle aziende di piccole dimensioni? Diamo un’occhiata alla storia di successo di una fabbrica di cristallo in una zona rurale della Repubblica Ceca.

Gli artigiani di Rückl Crystal producono oggetti di finissimo cristallo smaltato utilizzando tecniche antichissime. Malgrado la forte concorrenza della produzione in serie di manufatti di vetro da Cina e Polonia, l’azienda resiste e anzi prospera. Come? Semplice, vendendo l’80% dei propri prodotti al di fuori della Repubblica Ceca, in outlet in tutto il mondo.

Per mancanza di conoscenza o addirittura timore di avvicinarsi ad altre culture ed economie, molte aziende di piccole dimensioni sono ancora lontane, rispetto ad esempi all’avanguardia come Rückl Crystal, dal cogliere le opportunità di collocarsi sul mercato globale. Ecco quindi otto suggerimenti e strumenti pratici per aiutarvi a posizionarvi nel commercio internazionale:

  1. Raccogliete informazioni - fate i compiti a casa. Raccogliete dati e informazioni di ordine economico, geografico, storico, politico, e sui sistemi di comunicazione e di trasporto dalle camere di commercio, organizzazioni commerciali, ambasciate, testi di legge, report, nonchè siti internet come il Global Entrepreneurship Monitor, la Banca Mondiale, e persino il World Factbook della CIA, tutti gratuiti* e accessibili online.
  2. Imparate qualche parola della lingua – non è importante essere fluenti, saper dire qualche parola in una lingua straniera può essere di grande aiuto per far cadere le barriere e instaurare una relazione d’affari meno formale. Per consigli di marketing da parte di blogger internazionali, che spaziano dai social media all’analisi del comportamento degli utenti nel web, visitate il sito GlobalThoughtz. Per ampliare il vostro lessico relativo al business globale, visitate siti come globalEDGE, B2B International e Global Small Business Blog.
  3. Controllate e tenetevi sempre al corrente sui tassi di cambio - l’andamento dei tassi potrebbe danneggiare il vostro margine di guadagno o avere effetti anche peggiori. Visitate ad esempio il sito ExchangeRate per usufruire di dati sempre aggiornati e utilizzate siti come Yahoo! Finance, x-rates e OANDA per gli strumenti di conversione delle valute.
  4. Spedite smart – assicuratevi di utilizzare le rotte di trasporto più vantaggiose per soddisfare sia le vostre esigenze che quelle dei vostri clienti. Visitate il FedEx International Resource Centre per informazioni dettagliate su oltre 200 paesi e i requisiti specifici che potrebbero avere un effetto sulle vostre spedizioni.
  5. Diventate esperti dei social network – nulla è stato più potente dell’avvento dei social network per moltiplicare i contatti di business a livello globale. Date un’occhiata a MyVenturePad per scoprire le strategie più efficaci sui social network per le PMI e ricevere suggerimenti su come instaurare collaborazioni internazionali business-to-business.
  6. Attenzione ai trend - è importante seguire da vicino l’economia mondiale, dai deficit di budget in un paese al boom dell’edilizia in un altro. Gli andamenti possono cambiare rapidamente ed è quindi opportuno seguirli tramite blog come Mish's Global Economic Trend Analysis, Global Economy Matters e Global View Today.
  7. Rimanete aggiornati sulle normative - le leggi e i regolamenti che disciplinano il mondo degli affari all’estero sono spesso molto diversi da quelli del vostro paese, oltre ad essere complessi. In materia legale è tuttavia importante usufruire di un aiuto esterno: avvaletevi dei servizi di un avvocato specializzato in diritto commerciale internazionale, preferibilmente che vi sia stato consigliato da un’altra azienda di piccole medie dimensioni.
  8. Viaggiate – siate i primi a viaggiare. Niente è meglio dell’esperienza diretta per ascoltare, vedere e scoprire di persona come funzionano la vita quotidiana e il mondo degli affari in un altro paese con una cultura diversa. Una volta che avete deciso di affacciarvi sul mercato internazionale, preparatevi a viaggiare spesso.

* Ricordiamo tuttavia che FedEx non è responsabile del contenuto dei siti o delle pagine internet menzionati o cui si rimanda in questa edizione dell’eNews. L’utilizzo o la consultazione di link a siti esterni menzionati in questa eNews avviene ad esclusivo rischio dell’utente, e FedEx non potrà essere ritenuta responsabile per eventuali danni o perdite conseguenti o collegate all’uso o alla consultazione di tali link.