Febbraio 2017

  • Particolari condizioni di sdoganamento per le spedizioni non classificabili come documenti in India

Particolari condizioni di sdoganamento per le spedizioni non classificabili come documenti in India

Condividete questa pagina:

Le autorità doganali indiane continuano ad essere molto attente all’applicazione delle loro disposizioni Know Your Customer (KYC), ovvero di verifica della clientela. Le prescrizioni prevedono l’obbligo per tutti i destinatari/importatori basati in India di fornire i documenti KYC per poter sdoganare tutte le importazioni non classificabili come documenti, a prescindere dal valore delle spedizioni.

FedEx potrà quindi sdoganare queste importazioni solo se il destinatario avrà presentato i documenti obbligatori richiesti comprovanti la sua identità e indirizzo. I documenti KYC necessari dovranno quindi pervenire a FedEx con sufficiente anticipo, al più tardi non appena la spedizione arriva in India, ma preferibilmente molto prima.

I punti principali delle disposizioni KYC sono i seguenti:

  1. Il nome e l’indirizzo del destinatario riportati nella Lettera di Vettura FedEx e nella fattura devono essere corretti.
  2. Allo stesso modo è fondamentale che il recapito telefonico e l’indirizzo email del destinatario riportati nella Lettera di Vettura FedEx siano anch’essi esatti: ciò permetterà di contattarlo rapidamente una volta che la spedizione sarà arrivata.
  3. Dopo aver prenotato la spedizione, il mittente deve immediatamente chiedere al proprio destinatario di inviare i documenti KYC all’indirizzo email kycdocs@fedex.com per evitare eventuali ritardi nelle procedure di sdoganamento delle importazioni.
  4. Il mittente deve inoltre ricordare al proprio destinatario di accertarsi che il nome e l’indirizzo indicati nei documenti KYC corrispondano esattamente a quelli indicati nella Lettera di Vettura FedEx e in fattura.

Per maggiori informazioni, contattate il Servizio Clienti FedEx.