Nuova vita alle vecchie uniformi

18 gennaio 2021


Molti di noi non prestano grande attenzione ai propri vestiti, al di là della comodità e dello stile, spesso ancora meno quando occorre sbarazzarsene. Nel mondo, solo il 13% degli indumenti viene riciclato in qualche modo. Un dato davvero poco incoraggiante pensando a quanto si sta cercando di fare per ridurre gli scarti e i rifiuti. Nel 2012, quando FedEx® ha acquisito Rapidão Cometa con i suoi 10.000 dipendenti, i membri del team di San Paolo hanno deciso di organizzare un riciclaggio in grande stile delle loro vecchie uniformi, evitando che finissero tra i rifiuti.

coperta riciclata vicino a una envelope FedEx Express

Il riciclo dei tessuti è un'impresa complessa

Il riciclo dei tessuti è un'impresa complessa

Ogni materiale richiede una sua procedura di riciclo. Le fibre miste e molto resistenti, come quelle utilizzate per le uniformi, sono particolarmente complesse da rilavorare. Cinque anni fa, lo era ancora di più, perché, molto semplicemente, non esistevano le tecnologie per gestire in scala volumi elevati di materiali. Per fortuna, il team di San Paolo ha incontrato Retalhar, un'impresa sociale specializzata in attività che vanno ben al di là del riciclo dei prodotti tessili. Retalhar dà lavoro alle donne delle comunità a basso reddito, che trasformano gli indumenti raccolti in coperte. I volontari di FedEx Express donano quindi queste coperte ad altre organizzazioni, per supportare i senza tetto e i rifugi per animali.

coperta riciclata vicino a una envelope FedEx Express

Nuovi passi verso l'economia circolare

Il programma continua a crescere. Negli anni, dalle vecchie uniformi, sono state ricavate oltre 8.200 coperte. Solo nel 2019, i nostri team brasiliani hanno raccolto quasi 13.000 capi tra maglie e pantaloni, con cui sono state realizzate 2.700 coperte. Secondo le stime, abbiamo risparmiato in questo modo 31 metri cubi di spazio in discarica ed evitato 62 tonnellate di emissioni di CO2, pari al carbonio sequestrato da 81 acri di bosco in un anno.

“Non stiamo solo evitando che le nostre vecchie uniformi finiscano in discarica salvaguardando il nostro brand, ma stiamo contribuendo all'economia circolare, riciclando le risorse e non sprecandole in alcun modo", commenta Claudia Rostagno, Managing Director Marketing di FedEx Express® in America Latina e nei Caraibi.

Oltre all'impegno e alla partecipazione dei nostri collaboratori, anche i nostri clienti hanno dimostrato un grande coinvolgimento. "I clienti FedEx condividono il nostro impegno verso l'ambiente, e noi diamo loro l'opportunità di aiutarci a salvare dalla discarica le nostre vecchie uniformi offrendo loro alcune coperte riciclate, da distribuire", aggiunge Silvia Imafuku, Marketing Advisor in Brasile.

uniformi fedex riciclate

Ispirare gli altri a fare lo stesso

Quando il nostro Sustainability Specialist Ben Fogg della sede centrale di FedEx Ground® di Pittsburgh, in Pennsylvania, ha sentito parlare del progetto di riciclo delle uniformi organizzato in Brasile, ha voluto saperne di più. "Abbiamo fatto ottimi passi in avanti per ridurre gli sprechi e i rifiuti delle nostre operazioni, ad esempio riciclando i pallet che riceviamo dai clienti ed eliminando l'anima di cartone dai rotoli  avvolti in plastica termoretraibile. Dato che le nostre uniformi durano, in media, 18 mesi, non potevamo non occuparci anche del loro riutilizzo", ha spiegato.

La ricerca di Ben lo ha condotto fino a Debrand, una società specializzata nel riciclaggio delle uniformi, e all'organizzazione di un progetto pilota nella regione occidentale di FedEx Ground. Nel progetto pilota, i team FedEx e alcuni fornitori esterni hanno accolto con grande entusiasmo l'occasione di poter riciclare le loro vecchie uniformi. Una sede ha raccolto più di 52 chili di vecchi indumenti, incluse le maglie indossate dagli operatori addetti allo smistamento. Nel complesso, il progetto pilota ha raccolto più di 450 chili di indumenti brandizzati. Successivamente, Debrand ha fatto analizzare le fibre per stabilire quali potessero essere riciclate, ottimizzando il processo.

coperte realizzate con le uniformi fedex riciclate

Ritorno ai fondamentali

Quando riceve le vecchie uniformi, Phoenix Fibers, come Retalhar in Brasile, tratta il tessuto per trasformarlo in materiali riutilizzabili seguendo il programma Debrand. Gli indumenti vengono innanzitutto lavorati con una serie di macchine tritastoffa per riportare il tessuto al livello di fibra iniziale. Questo processo produce un materiale detto "fibra rigenerata", trasformabile in sigillante utilizzato soprattutto per gli attrezzi da palestra o i mobili, o per l'isolamento domestico. "Il nostro programma con Phoenix Fibers consente ai dipendenti FedEx di dare il loro contributo per salvare dalla discarica le uniformi, riciclandole in modo sicuro. Possono sentirsi quindi felici e rassicurati sul fatto che le loro fedeli uniformi, ormai usurate, trovino nuova vita in un prodotto secondario", ha affermato Amelia Eleiter, cofondatrice di Debrand.

coperte realizzate con le uniformi fedex riciclate

Il feedback dei membri del team e dei fornitori indipendenti che hanno partecipato all'iniziativa è stato positivo. Un fornitore ha suggerito di installare cestini di riciclo per la raccolta delle vecchie uniformi. "Trovando nuovi usi per le nostre vecchie uniformi, riduciamo i rifiuti e contribuiamo alla creazione di un sistema più sostenibile: è una vittoria su tutti i fronti", ha concluso Ben.

In futuro, speriamo di ampliare il programma di riciclo delle uniformi per intensificare i nostri sforzi di riduzione dell'impatto ambientale e sostenere l'emergente economia circolare. Capitalizzando sul successo di questo progetto pilota, FedEx Ground ha lanciato il programma in tutto il suo network, con un impatto davvero positivo.