• Getting ‘Fashion Forward’ on Customs

Soluzioni > Come esportare con successo nel mondo della moda

 

Come esportare con successo nel mondo della moda

di David L. Cunningham Jr.
Chief Operating Officer, FedEx Express

Per gli stilisti emergenti e gli imprenditori su piccola scala, l’approvvigionamento globale è spesso un must. L’imprenditore calzaturiero malese Christy Ng cita tra le motivazioni all’acquisto di materie prime a livello internazionale “design innovativo, artigianato originale e prezzi competitivi”. Per Juan David Martinez di Industrias Suárez, produttore colombiano di abbigliamento ciclistico, la qualità e il prezzo delle cerniere, delle tinture, degli adesivi e dei nastri riflettenti acquistati all’estero costituiscono parte integrante del modello di costo dell’azienda e dell’integrità del prodotto.

Tuttavia, la conoscenza delle norme doganali prima di tuffarsi nel mondo dell’approvvigionamento globale è fondamentale, come confermato da Ng e Martinez. Le norme doganali sono mutevoli e differiscono molto tra i vari paesi. L’inosservanza delle norme può determinare lunghe attese e sanzioni. Ng ha avuto esperienza diretta di problematiche legate a norme doganali complesse o variabili che hanno comportato “perdite finanziarie senza precedenti a causa di capi d’abbigliamento rimasti fermi sulle banchine per settimane”.

Se, come imprenditori del settore della moda, siete pronti a passare all’approvvigionamento o alla vendita a livello internazionale, ecco alcuni consigli per iniziare a interfacciarvi con la dogana.

  1. Controllate le quote tessili e gli obblighi di licenza.
    L’industria tessile è da lungo tempo oggetto di negoziati commerciali mondiali. Alcuni paesi mantengono tuttora le quote stabilite negli anni Sessanta,1 come il Costa Rica, che controlla il commercio di alcuni tessuti di lana. Mercati come il Messico richiedono agli importatori di materie tessili una licenza o un visto.2
  2. Controllate gli elenchi delle sostanze bandite o soggette a restrizioni.
    Molti materiali usati dall’industria della moda contengono plastica o sostanze chimiche soggette a interdizioni o restrizioni, quali ad esempio i tessuti contenenti formaldeide in Europa. Procuratevi un elenco delle sostanze bandite presso le autorità locali e controllate con i fornitori che i tessuti e i materiali superino i test prima dell’acquisto.
  3. Assicuratevi che le valutazioni siano accurate e le merci ben etichettate.
    Quando importate o esportate merci, assicuratevi di fornire una valutazione accurata unitamente a una descrizione dettagliata del contenuto di una spedizione — per esempio, anziché “rotolo di seta”, la descrizione dovrebbe riportare “rotolo di seta azzurra ricamata”. Ciò aiuterà i funzionari della dogana a calcolare dazi e oneri doganali.
  4. Controllate l’autenticità e segnalate eventuali prodotti contraffatti.
    Si stima che la vendita di prodotti contraffatti rappresenti il 10% del commercio del settore della moda, con cinture, borse e scarpe tra gli articoli più contraffatti.3 Al giorno d’oggi gli articoli contraffatti possono essere difficili da individuare. Potreste involontariamente acquistare (o essere oggetto di) imitazioni per completare una linea stagionale.
  5. Siate chiari sulle convenzioni e sulle norme locali relative ai prodotti animali.
    La Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche minacciate di estinzione (CITES) è un accordo governativo internazionale che proibisce il commercio di fauna selvatica.4 Oltre a ciò, molti paesi applicano leggi supplementari che differiscono a seconda dei mercati. Per esempio, importare pelo di cane o gatto domestico è illegale in Europa, ma è consentito in alcune zone dell’Asia.5

L’approvvigionamento o la vendita a livello internazionale di merci possono sembrare complessi, tuttavia esiste una serie di organizzazioni in grado di fornire assistenza, dalle agenzie governative ai partner nel trasporto. Una volta presa la vostra decisione, parlatene con il vostro prestatore di servizi di trasporto per scoprire in che modo strumenti come FedEx Global Trade Manager possono aiutarvi a stimare gli oneri doganali, gestire i documenti e acquisire informazioni aggiornate sulle caratteristiche del mercato locale.

 


1 WTO
2 Department of Business, Innovation & Skills
3 Dow Jones, 2014
4 www.cites.org
5 www.gov.uk