Come inserirsi nel mercato cinese: 5 cose da sapere

GUIDE E STRUMENTI

Consigli     MAPPA DEI CONTENUTI

Come inserirsi nel mercato cinese: 5 cose da sapere

Come entrare nel mercato ecommerce più grande del mondo

Condividi  Consigli Consigli Consigli Consigli


La Cina è il mercato ecommerce più grande del mondo. Con un valore previsto a fine 2021 pari a 2,78 trilioni di dollari, costituisce il 52% delle vendite ecommerce globali.1

E il suo successo non riguarda solo gli acquisti al dettaglio: anche le vendite B2B hanno registrato un marcato aumento sul canale ecommerce nel 2019, pari all'11%.2 E con 782 milioni di acquirenti online locali solo nel 2020, le opportunità per conquistare nuovi clienti su questo immenso mercato sono davvero tante.3

La Cina, tuttavia, presenta una serie di complessità: dalle barriere linguistiche alla burocrazia, fino alle peculiarità del panorama digitale. Prima di iniziare a proporre i vostri prodotti ai clienti cinesi, leggete alcuni consigli fondamentali per gestire senza problemi il vostro ingresso nel mercato.

1

Verificate se i vostri beni sono accettati in Cina

Poiché alcune merci sono soggette a controlli rigorosi e non tutte sono accettate in Cina, assicuratevi di conoscere a fondo tutti gli obblighi vigenti prima di effettuare le vostre spedizioni verso questo mercato. Fra gli articoli soggetti a regolamentazioni figurano i cosmetici, i dispositivi medici, il vino, i giocattoli, i dispositivi a batterie e i macchinari.

Per alcuni prodotti regolamentati è inoltre richiesto il marchio CCC (Certificato Cinese Obbligatorio), che rappresenta il marchio di qualità e sicurezza cinese. E non dimenticate di verificare i requisiti doganali vigenti. La Cina, infatti, applica severi regolamenti doganali e richiede la compilazione di diversi documenti di spedizione, tra cui diversi moduli destinati alle dogane.

A questo link trovate informazioni complete sui divieti di importazione ed esportazione in Cina. Per saperne di più su come spedire in Cina con FedEx, consultate questa pagina. Maggior informazioni sulle procedure doganali cinesi sono inoltre disponibili qui.

Immagine di un negozio

2

Rendete la vostra piattaforma mobile-friendly

Le vendite da mobile rappresentano il 60% degli acquisti ecommerce effettuati in Cina. E, ora che la tecnologia 5G sta diventando sempre più diffusa, la connettività da mobile non potrà che aumentare ulteriormente, facendo raggiungere all'ecommerce da mobile trend di crescita ancora superiori a quelli del mercato ecommerce nel complesso.4

Cosa implica? Che un sito web ottimizzato per mobile è fondamentale per vendere i propri prodotti in Cina. Quindi, oltre a far tradurre da professionisti le vostre pagine web, chiedete a un utente madrelingua cinese di testare il processo di acquisto sia su desktop che su mobile, per essere sicuri che sia facile da seguire.

3

Scoprite come funzionano i giganti digitali cinesi

Il panorama digitale cinese è diverso da quello europeo e americano. Facebook, e quindi Instagram e WhatsApp, non sono disponibili in Cina. Al contrario, il network di social media numero uno sul territorio cinese è WeChat, di proprietà della società locale Tencent. Gli utenti di WeChat, 1,2 miliardi, possono utilizzare la piattaforma per spedire messaggi, leggere e guardare contenuti, seguire influencer e acquistare prodotti.5

Nel panorama dell'ecommerce, invece, le piattaforme che dominano il mercato sono Taobao, Tmall e Jingdong (JD). Taobao and Tmall – entrambi della famiglia Alibaba - sono i primi due marketplace online del mondo, con, rispettivamente, volumi di merci lordi pari a 490 miliardi e 464 miliardi di dollari nel 2019, comodamente al di sopra dei 397 miliardi di dollari di Amazon. In quarta posizione si attesta JD, con volumi pari a 302 miliardi di dollari.6


"WeChat è il social network numero uno in Cina, con circa 1,2 miliardi di utenti attivi"

Immagine social media

4

Scoprite quali licenze vi occorrono per esportare i vostri prodotti

I rivenditori che si rivolgono al mercato cinese - costituiti sia in Cina che all'estero - potrebbero essere soggetti all'acquisto di licenze o al versamento di imposte, come previsto da una legge del 2019 finalizzata a meglio regolamentare il mercato dell'ecommerce. Consultate questo link per maggiori informazioni.

In particolare, le società titolari di siti internet ecommerce con hosting sul server nazionale cinese sono tenute a possedere una licenza ICP (Internet Content Provider), rilasciata dalle autorità cinesi.7 Ve ne sono di due tipi: la prima è la licenza ICP Filing, la seconda la licenza ICP commerciale. Le attività ecommerce devono possedere questo secondo tipo di licenza, persino per aprire un account business sull'app WeChat.

È comunque possibile vendere i propri prodotti in Cina mantenendo l'hosting del sito internet nel proprio Paese, ma il possesso di una licenza ICP apre maggiori opportunità. Tra queste, rientrano ad esempio tempi di risposta più rapidi del sito e maggiore visibilità sui motori di ricerca. Maggiori informazioni su come ottenere una licenza ICP sono disponibili qui.


“Nella sola Giornata dei single, a novembre 2020, Alibaba ha segnato il record di

$74 mld

di vendite".

5

Preparatevi alle date cruciali per l'ecommerce in Cina

In Cina il commercio elettronico registra dei significativi incrementi in occasione di varie festività. Una di queste è il Singles' Day, la festa dei single, che ha luogo a novembre. Nel 2020, le vendite online per questa ricorrenza hanno toccato il record di 74 miliardi di dollari.8 Altre festività importanti sono:

  • il Capodanno cinese, a febbraio

  • la Giornata internazionale della donna, l'8 marzo
  • la Giornata dei bambini, l'1 giugno
     
  • il Qixi Festival (ovvero il San Valentino cinese), ad agosto

  • la Settimana d'oro, dall'1 al 7 ottobre (che comprende la Giornata nazionale della Cina, altro momento chiave per l'ecommerce)

Preparate la vostra attività a un aumento delle vendite in queste date, offrendo sconti per stimolare gli acquisti. Gli esperti suggeriscono alle aziende di piccole dimensioni con minori riserve di liquidità di applicare sconti modesti, abbinati a omaggi gratuiti.

Come spedire in Cina con l'esperienza doganale di FedEx

FedEx vanta decenni di esperienza nel supportare le aziende con le procedure di sdoganamento in Asia. Ma non solo: grazie al nostro network, rapido e affidabile, possiamo consegnare le vostre spedizioni in Cina in soli 2 giorni, e importare merci in 1-2 giorni con il nostro servizio espresso per merci leggere FedEx International Priority®. Per le spedizioni meno urgenti, potete contare invece sul servizio FedEx International Economy®.*

Dichiarazione di limitazione di responsabilità: le informazioni fornite in questa pagina non costituiscono una consulenza di natura legale, fiscale, finanziaria, contabile o commerciale, ma sono pensate per offrire informazioni di carattere generale sul mondo dell'imprenditoria e del commercio. I contenuti, le informazioni e i servizi del FedEx Small Business Hub non sostituiscono la consulenza di professionisti competenti, quali ad esempio avvocati iscritti all'albo, studi legali, commercialisti o consulenti finanziari.



Potrebbe interessarvi

5 modi per far crescere il valore medio del paniere della vostra azienda

INNOVAZIONE E CRESCITA

5 modi per far crescere il valore medio del carrello

Dai prodotti accorpati alle soglie di spedizioni gratuite, queste strategie potrebbero invogliare i clienti ad acquistare di più.

Trovare il miglior imballaggio in termini di sostenibilità

PUNTI DI VISTA

Trovare il miglior imballaggio in termini di sostenibilità

L'imballaggio è un'enorme fonte di spreco nell'e-commerce, ma è possibile ridurne l'impatto ambientale.

Modalità di lavoro ibrida: come mantenere la cultura aziendale

GUIDE E STRUMENTI

Modalità di lavoro ibrida: come mantenere la cultura aziendale

Leggete questi semplici suggerimenti per continuare a portare avanti la cultura della vostra azienda.